di Susanna Spinelli


Il nome varia da regione a regione, ma le castagnole in quasi tutta Italia, rappresentano il carnevale.

Questa festa legata all’abbondanza, riempie in pochi giorni le strade e le piazze delle nostre città di carri allegorici, maschere, stelle filanti, coriandoli e allegria.

Oltre i colori che si impadroniscono delle vie, anche i profumi di questi dolcini invadono l’aria e visto che sono i preferiti da grandi e piccini, vi lascio la mia ricetta…buon lavoro ma soprattutto buon appetito

Ingredienti:

6 uova,

8 cucchiai di zucchero,

la buccia grattugiata di un limone e di una arancia, 

un pizzico di sale,

1 bicchierino di mistrà e 1 di rum, 

½ bicchiere di olio di semi,

1 yogurt bianco cremoso,

1 bustina di cremor tartaro, 

1 bustina di lievito in polvere per dolci,

450 gr. circa di farina per dolci,

olio e strutto per friggere,

zucchero a velo q.b.

Procedimento:

Mettere nel recipiente della planetaria le uova con lo zucchero, il pizzico di sale e le bucce grattugiate del limone e dell’arancia. Azionare le fruste e far montare un po’ questi primi ingredienti. Proseguire poi aggiungendo tutti gli altri ingredienti lasciando la farina per ultima. L’impasto dovrà risultare cremoso in quanto si tirerà su con il cucchiaio. 

Far riscaldare olio e strutto in una padella larga da frittura, far scendere nell’olio una quantità regolare di impasto aiutandosi con due cucchiai.

Scuotere la padella e rigirare le castagnole per una cottura uniforme fino a doratura, appena pronte con un ragno scolarle sulla carta assorbente da cucina.

Spolverare con lo zucchero a velo quando sono ancora tiepide.

Leave a comment