Presentata la ventisettesima edizione del Festival in programma al Fermo Forum dal 9 all’11 marzo alla scoperta dei sapori e dei gusti delle Marche, delle Piccole Italie e del mondo.

Di Annarita Felcini

E’ in arrivo Tipicità 2019, la fiera enogastronomica marchigiana, giunta alla ventisettesima edizione e in programma al Fermo Forum dal 9 all’11 marzo.

Alla presentazione della nuova edizione 2019, che si è tenuta all’Auditorium San Filippo Neri di Fermo la settimana scorsa, c’era tutta la grande comunità di Tipicità: imprenditori, pubblici amministratori, associazioni di categoria, Università ed istituti di formazione.

Tipicità cresce, si rinnova e coinvolge sempre di più. Per Fermo è un grande onore ospitare l’evento e tutto ciò che è nato con esso, le relazioni con altre realtà italiane ed estere, nonché il Grand Tour delle Marche”, queste le parole del sindaco Paolo Calcinaro nel varare ufficialmente la kermesse.

L’edizione numero ventisette di Tipicità, diventata negli anni punto di riferimento nazionale, si presenta al via come una vera e propria “esperienza a cinque sensi”. Oltre duecento realtà in rassegna, comunità internazionali, volti noti, un palinsesto ricchissimo di eventi. Tre ambienti ad indicare la rotta per il visitatore: in primis cibo, poi making e turismo di scoperta. A catturare l’attenzione saranno i focus sul biologico, i percorsi tra vitigni antichi, l’effervescenza delle birre artigianali, i prodotti di supernicchia, nutraceutica e biodiversità, il cibo del futuro.

Ci sarà inoltre un grembo centrale – ha dichiarato il direttore Angelo Serridal quale partire per una coinvolgente esperienza tra gli oltre 100 eventi ed i 13.000 mq del Fermo Forum”.

Pubblico professionale ed appassionati avranno numerose iniziative per incontrarsi, approfondire, scoprire tipicità e futuro, insieme a personaggi quali Paolo Mieli, Duilio Giammaria, Barbara Serra e tantissimi altri. Performance di Claudio Sadler, Alessandro Circiello e Paolo Gramaglia animeranno l’Accademia insieme a molti altri chef italiani ed esteri. La Sala Bio racconterà storie di persone intimamente legate all’ambiente naturale e dalla nuova area “Grembo” usciranno “pillole energetiche”. A seguire, tante iniziative nel Teatro dei Sapori, nel Bio Garden e nelle aree focus&forum.

A solleticare curiosità e papille gustative anche le proposte della mitica Creta e della toscana San Miniato, realtà ospiti di questa edizione, insieme a contributi da Georgia, Russia, Albania, Bielorussia e da tante realtà delle Piccole Italie, ossia di quell’Italia meno conosciuta, ma più autentica.

E la sera – ha concluso Francesco Trasatti, vicesindaco di Fermo – programma di eventi nel centro storico, con concerti, presentazioni e il dopofestival di Tipicità: Tipicità in the City!”.

Per maggiori informazioni: www.tipicita.it.

Leave a comment