Ѐ possibile continuare a prenderci cura di loro anche dopo la morte.

di Glenda Oddi

La sensibilità verso gli animali cresce sempre più nella nostra società, per questo iniziano a divenire numerosi i lasciti testamentari a favore degli animali. Sono tante, infatti, le persone che li hanno amati tutta la vita e decidono per questo di continuare a garantire loro benessere anche dopo la morte. Ma è possibile fare un lascito testamentario a favore dei nostri amici pelosi? Assolutamente si. Rientra infatti tra i lasciti solidali consentiti per legge. Nel testamento si può sia disporre a chi affidare i propri animali dopo la morte sia destinare i propri beni a sostegno di enti e organizzazioni che operano per la tutela degli stessi. Ѐ possibile fare questo lascito anche se si hanno dei parenti perché la legge garantisce comunque di avere libertà di scelta riguardo la destinazione di una parte dei propri beni, garantendo ai congiunti la trasmissione dell’altra. Per la stesura del testamento è possibile rivolgersi ad un legale o stenderlo a mano personalmente indicando nome, cognome, data, firma, nome e indirizzo dei beneficiari specificando cosa si lascia a ciascuno di essi. In caso di lasciti ad Onlus è importante indicarne anche il codice fiscale. Per ovviare al pericolo di smarrimento è possibile produrne più copie e consegnarle direttamente ai beneficiari oppure metterlo in deposito fiduciario presso un notaio. In alternativa è possibile stendere un testamento redatto direttamente da un notaio e alla presenza di due testimoni. Ѐ possibile anche nominare un esecutore testamentario che garantirà la corrette messa in atto di quanto scritto. Nel caso in cui si voglia modificare il contenuto del documento si deve creare un nuovo testamento in cui si dispone la revoca di quello precedente con la specifica formula: “Revoco ogni mia precedente disposizione testamentaria”.

Leave a comment