Poche semplici regole per non farsi cogliere impreparati dall’autunno

di Erica Angeletti (Naturopata)

L’autunno è ormai alle porte e ognuno di noi deve fare i conti col rientro dalle ferie e con gli eccessi del periodo estivo: cene, aperitivi, vacanze tutt’altro che rilassanti, sonno arretrato…

In un attimo ci siamo ritrovati a settembre, con la nostalgia di un viaggio finito, qualche chilo in più e il lavoro accumulato da smaltire in ufficio o i ritmi aziendali già frenetici: insomma un rientro abbastanza traumatico!

Per iniziare bene l’autunno, periodo per niente facile, visto il brusco calo delle temperature e il ritorno ai ritmi martellanti della routine, occorre prepararsi al meglio per evitare cadute influenzali e picchi di cortisolo alle stelle (ormone dello stress).
Come la natura si prepara all’inverno, così dovrebbe fare il nostro corpo: ecco qualche consiglio per vivere questa splendida stagione di transizione in modo sereno, senza fare il conto alla rovescia alle prossime ferie!

Iniziamo dall’alimentazione: è importante tornare a fare pasti regolari, di buona qualità e…stagionali! Cominciamo ad evitare cibi e bibite fredde, che in questo momento non sono più adatti.

Frutta e verdura estive (come cocomero, melone, pomodori e cetrioli) sono ricche di acqua e dunque utili a rinfrescarci abbassando la temperatura corporea…ma di questi tempi ne abbiamo ancora bisogno? Il rene, secondo la medicina energetica cinese, va ora tutelato. Come? Con pasti e bevande calde, una buona qualità del sonno ed evitando di prendere freddo. L’energia del rene va inoltre nutrita con gli alimenti neri, come riso venere, fagioli azuki e ceci neri, oltre che uova e germogli, ricchi di jing (l’energia vitale).  Una buona energia renale ci rende forti e in salute.

Il sonno è davvero importante: le giornate si accorciano e madre natura ci invita ad andare a dormire presto. Ovviamente non dico di andare a dormire alle 20:00 con le galline, ma se la sera torniamo stanchi e abbiamo bisogno di riposo assecondiamoci e concediamoci magari un’ora in più di buon sonno ristoratore; dopotutto le ore di sonno che ci ricaricano maggiormente sono tra le 22:00 e le 3:00 del mattino.

Proseguiamo con l’intestino: per chi non lo sapesse ancora, un intestino in buona salute equivale ad un sistema immunitario più resistente! Dunque cerchiamo di eliminare il junk foode le cattive abitudini alimentari. Un’eccezione ogni tanto va bene, ma ricordiamoci che è la regola a fare la differenza!

Se il cibo non dovesse essere sufficiente a ripristinare la flora batterica e sfiammare l’intestino, sarà opportuno consultarsi con un esperto per un supporto a base di probiotici o fitoterapici. Lo stesso vale per il sistema immunitario: se vi ammalate facilmente, siete sensibili agli sbalzi termici e il raffreddamento è sempre dietro l’angolo vengono in vostro aiuto la vitamina C e piante favolose come l’echinacea , l’astragalo, la rosa canina e molto altro! Questo è il momento giusto per iniziare a preparare il corpo all’autunno, non fatevi cogliere impreparati!

Leave a comment