Alcune dritte per il benessere dei nostri occhi.

di Glenda Oddi

Capita di svegliarsi la mattina con gli occhi particolarmente gonfi. Scientificamente tale disturbo si definisce edema periorbitale e sono numerose le sue possibili cause: allergie, pianto, ritenzione idrica, mancanza o eccesso di sonno, stress, affaticamento oculare, raffreddore ecc. Il gonfiore agli occhi può anche essere determinato da infezioni, per questo la persistenza del disturbo dovrà condurci a individuarne la causa attraverso il nostro medico di riferimento. I sintomi più comuni collegati all’edema periorbitale sono: prurito, lacrimazione, arrossamento, visione offuscata ecc. Nel caso in cui il gonfiore compare in relazione a stato confusionale, letargia, trauma cranico, gonfiore in altre parti del viso è opportuno recarsi al pronto soccorso perché in questi casi l’edema è possibile sintomo di problematiche più gravi come shock anafilattico o infezioni dentali. Nel caso in cui non sia collegato a gravi patologie uno stile di vita sano aiuta a prevenire il problema, per questo motivo sarebbe opportuno per chi è particolarmente predisposto cercare di evitare il consumo di sale e di cibi grassi, aumentare l’assunzione di antiossidanti, evitare alcolici e avere un sonno regolare.

Per alleviare il gonfiore è possibile comunque fare riferimento a rimedi naturali da applicare in casa:

  • Impacchi con acqua fredda;
  • Fettine di cetriolo: si applicano dopo averle raffreddate in frigo;
  • Impacchi di acqua e sale: sciogliere mezzo cucchiaino di sale in mezzo litro di acqua calda, bagnare delle garze con il composto;
  • Aloe vera: si può trovare l’estratto della pianta nelle erboristerie, con esso si dovrà bagnare una garza da applicare sugli occhi;
  • Impacchi con bustine di thè o camomilla: si mettono in infusione e una volta raffreddate si applicano sugli occhi. Entrambe queste piante hanno infatti grandi proprietà decongestionanti.

Leave a comment

Leave a comment