Praticare un sport fa bene al corpo, alla mente e all’umore. Sentirsi in forma, camminare, dedicarsi del tempo, avere più energia sono sensazioni irrinunciabili per il benessere delle donne, a tutte le età.

Di Annarita Felcini

Tutti sappiamo che fare sport regolarmente rappresenta la via giusta per sentirsi bene, in forma e attivi, meglio ancora se lo abbiniamo a un regime alimentare sano ed equilibrato e a uno stile di vita corretto. Eppure, per una ragione o per l’altra, iniziare è spesso difficile.

In particolare per noi donne che, il più delle volte, sempre oberate da mille cose da fare, piuttosto ci rinunciamo pur di non aggiungere ulteriormente altri “impegni stressanti” da seguire.

Eppure basterebbe poco, qualche ora a settimana di attività fisica per scaricare proprio lo stress, prevenire molte malattie, recuperare un po’ di energia e sentirsi meglio con se stesse e il proprio corpo. L’importante è scegliere un’attività fisica che non solo tenga conto dei nostri gusti e degli obbiettivi desiderati (dimagrire, tonificare, rilassarsi, divertirsi, rafforzare alcune parti del corpo o lenire particolari dolori dovuti a infortuni o patologie), ma anche della fase della vita che si sta attraversando e all’età che si ha.

Ecco alcuni consigli utili per fare sport rispettando i propri gusti, la propria età e il tempo che si ha a disposizione, così da farlo diventare un piacere più che un dovere.

Fino ai 35 anni

È il momento della massima forza e resistenza fisica: già dai 18 anni, le donne sono in grado di allenarsi in maniera intensa e assidua, anche 3/4 volte a settimana, grazie alle incredibili capacità di recupero e a una gestione del proprio tempo libero molto più flessibile. Aerobica, corsa (da sole o in compagnia), spinning, walking, fitboxe (che non solo mantiene in forma tutto il corpo, ma aiuta anche a scaricare la tensione e può essere utile per autodifesa), sono tutti sport ideali per sfruttare al massimo la forza e l’energia disponibili. Una volta a settimana, poi, perché non allenarsi con i pesi? Va bene a tutte le età e rafforza la muscolatura, anche in modo mirato.

Fino ai 50 anni

Già tra i 30 e i 40 anni, il metabolismo femminile rallenta inesorabilmente e mantenere la stessa forma fisica di prima diventa quasi impossibile. E’ il momento di cambiare il nostro stile di vita e trovare lo sport più adatto così come nuove e più corrette abitudini alimentari. Per gli impegni lavorativi e familiari crescenti e la ridotta velocità di recupero, la scelta potrebbe orientarsi su un’attività più dolce, che permetta di ritrovare la forma fisica, ma anche l’equilibrio psicofisico. Il Pilates (perfetto anche dopo una gravidanza) e lo stretching sono ideali, ma anche le attività che si svolgono in acqua (Acqua Fit Lates, AcquaGym, HydroBike), che sono efficaci senza appesantire l’apparato osteo-articolare.

Dai 60

È una fase molto delicata, che impegna la donna sia fisicamente che psicologicamente. Mantenere e, se possibile, migliorare abitudini alimentari e stili di vita in generale sono azioni fondamentali per aiutare il corpo a restare sano ed efficiente il più a lungo possibile. L’ideale sarebbe riuscire a frequentare un paio di giorni a settimana la palestra o la piscina e fare alcune uscite per una camminata veloce all’aperto. Le attività da preferire sono quelle dolci, che non sovraccaricano le articolazioni, come nuoto (con il micromassaggio dell’acqua aiuta ad alleviare problemi articolari e cardio-vascolari) Pilates, yoga e Tai Chi Chuan.

D’altronde, come afferma Gianfranco Beltrami, vicepresidente della Federazione medico sportiva italiana (fmsi.it) e docente all’Università di Parma: “È scritto nel nostro Dna: il corpo umano sia maschile che femminile è fatto per muoversi e non per stare seduto. Dunque al bando la sedentarietà”.

Leave a comment