Usato contro il malocchio e per proteggere i bambini, su coccu in passato veniva regalato da nonne e madrine e tramandato di madre in figlia.

di Agnese Mengarelli

Su coccu, chiamato anche Pinnadellu o Sabegia, è l’amuleto contro il malocchio più diffuso in Sardegna.
Si tratta di una sfera nera liscia, di solito di ossidiana, forata per far passare il supporto che regge due coppelle laterali in lamina o filigrana d’argento.
La sua forma rotonda ricorda l’occhio e simboleggia proprio l’occhio buono che combatte quello cattivo.

Affinché questo amuleto sia efficace contro il malocchio, su coccu deve essere ricevuto in dono dopo essere stato caricato con i brebbus, ossia le preghiere mistico religiose della tradizione sarda che attivano la sua potente protezione contro il male. 

Su cocco è una pietra sacra incastonata spesso nei gioielli di famiglia.
In passato le nonne e le madrine lo regalavano alle loro figliocce per poi essere tramandato di madre in figlia attraverso una forte linea matrilineare.

L’artigianato tradizionale sardo offre tantissimi modelli: nella zona della Gallura su cocco è realizzato con il corallo rosso, che non solo protegge dagli influssi negativi ma richiama anche l’amore.
Inoltre, se ne possono trovare anche in legno, marmo, ambra e in pasta di vetro colorata.

In ogni caso, il più diffuso resta su cocco di ossidiana , poiché è una pietra molto usata anche in cristalloterapia proprio per le sue qualità di purificazione e protezione.
Veniva montato su spille d’argento che si usavano per appuntare il velo o il corpetto.
Le donne sarde lo nascondevano nelle culle, nel passeggino o sotto gli abiti di neonati e bambini per proteggerli dalla negatività delle persone invidiose.

Su cocco è infatti uno scudo di difesa: contro il dolore, gli animali velenosi e ovviamente contro ogni tipo di energia negativa.
Se su cocco si spezza, diventa particolarmente opaco o viene perso, vuol dire che ha sventato una potente maledizione, salvando la persona e rendendola immune dalla negatività che ne sarebbe scaturita.
Oggi i tempi sono cambiati e su coccu viene montato anche su bracciali, ciondoli o orecchini.


Spesso viene scambiato anche tra fidanzati, zii e amici e (se nessuno ce lo regala!) possiamo comprarlo da soli per beneficiare della sua bellezza e protezione.

Leave a comment